ANOBII – list books, share thoughts, meet people

•marzo 19, 2009 • Lascia un commento

Ho appena finito di leggere un libro bellissimo.

Me lo ha consigliato Anobii.com

Anobii è un social network tematico che aggrega gli appassionati di libri, consentendo loro non solo di crearsi le proprie librerie virtuali, ma anche di condividere ed esprimere le loro opinioni a riguardo. Fornisce suggerimenti di lettura e utenti con gusti simili, per potersi confrontare e scambiare pareri.

Questo sito non fornisce informazioni riguardo i best sellers o le nuove uscite, ma riguardo i libri che la gente, per qualsiasi motivo, legge.

anobiiiscrizione

Qui, dopo essermi iscritta  inserendo il mio indirizzo e-mail e la password, mi vengono chieste le preferenze di lingua (riguardo le recensioni e i libri che mi interessano).

anobiilista

Successivamente cominico a creare la mia libreria on-line; una cosa molto bella è che posso registrare i testi attraverso l’inserimento del codice ISBN (quello sopra il codice a barre dietro la copertina) che ne identifica l’esatta edizione. Posso importare i libri letti anche dal mio Blog o dalla lista acquisti di Amazon.

anobiiisbn1

Dopo questo primo step, si apre una scheda tematica in cui inserisco le informazioni riguardo i libri: in che modo e quando il libro è arrivato nelle mie mani (biblioteca, regalo, comprato in un negozio ecc..)e lo stato di lettura (finito, in lettura, abbandonato ecc..).

Inoltre posso anche aggiungere commenti e tag (parole chiave) riguardo il contenuto del libro, in modo che gli altri utenti possano visualizzare i miei libri e specificare la mia intenzione di venderne o scambiarne alcuni di quelli presenti nella mia libreria.

anobiipaginainiziale

Sfogliando tra le librerie altrui, posso aggiungere tra gli amici gli utenti con i gusti simili ai miei e inviare loro messaggi, nonché creare gruppi tematici ed invitare i miei contatti a parteciparvi.

Interessante e interattivo, è senza dubbio un bel servizio.

CHIARA

Annunci

FLICKR – condividi le tue foto

•marzo 18, 2009 • Lascia un commento

In questi giorni ho preso un pò di dimestichezza con FF e ho scoperto che è una cosa molto divertente ed efficace per raccogliere gli aggiornamenti! Continuamente li ricevo dai miei contatti che aggiungono video da youtube, foto da flickr, update da twitter ecc..

Mi piace particolarmente questa cosa delle foto: Flickr.

www.flickr.com

Si tratta di un vero e  proprio archivio di fotografie, esteso a livello mondiale e le foto sono caricate da persone professioniste e non. Anche io, anche se non sono un professionista, mi diletto con la fotografia e ho tante foto che mi piacerebbe condividere! Creo l’account: nella registrazione mi viene chiesto qualcosa su di me (nome, cognome, anno e  luogo di nascita..solite cose), l’ ID (nome identifictivo) e la password.

Ora la parte divertente: inizio a caricare le mie foto con alcuni passaggi semplicissimi. Clicco su “inserisci foto”, scelgo la foto e la carico.

flickrcarica

Ne posso caricare anche più di una per volta. Poi posso aggiungere il titolo alla mia foto, la sua descrizione e i tag (parole chiave che servono a far trovare “quella foto” da persone che cercano immagini con quel contenuto) e poi salvo. Ad esempio, se carico una foto che ritrae il Palazzo Ducale di Urbino, posso scrivere i seguenti tag: Palazzo Ducale, Urbino, Montefeltro, rinascimento, paesaggio storico.

flickrricerca
Ho tutte le mie foto mischiate e scopro che posso raggrupparle in cartelle chiamate Set alle quali darò un nome e farò una breve descrizione.

Gli unici limiti che Flickr mi impone sono 2: posso caricare al massimo  200 foto e posso creare al massimo 3 Set. Se questo non mi basta ho la possibilità di eliminare queste “restrinzioni” facendo diventare il mio account Pro: infatti pagando 24.95$ all’anno ho la possibilità di caricare tutte le foto e filmati che voglio e  di catalogarle in quanti Set preferisco.

flickrmio1

Dopo poco tempo vedo che delle persone hanno visto le mie foto: qualcuno ha commentato una mia foto facendomi i complimenti per lo scatto, qualcun altro ha aggiunto altre foto tra le sue preferite..sto scoprendo che Flickr non solo mi da la possibilità di far vedere ad altri ciò che fotografo, ma mi permette di creare dei contatti, delle amicizie con le persone che vengono a curiosare tra le mie foto. A questo punto aggiungo le persone che hanno commentato le mie foto tra i miei “contatti”
Ricevo delle richieste di amicizia via e-mail, le accetto e curiosando tra le foto aggiungo tra i preferiti alcuni scatti! (faccio click sulla stellina in alto sopra la foto)

flickredo

Aggiungo per primi

william_perry flickr

odeedo flickr

EDOARDO

TWITTER – microblogging

•marzo 13, 2009 • Lascia un commento

Cercherò di capire a cosa serve Twitter.com.

Twitter è un servizio di microblogging che consente agli utenti di pubblicare costantemente contenuti in rete sotto forma di messaggi di testo (da 140 caratteri) e condividere immagini, video, audio MP3 come anche segnalibri, citazioni, appunti.

GET STARTED-JOIN!

Il full name sarà il nome che comparirà vicino all’ username quando qualcuno ti “seguirà” e ti aggiungerà tra i contatti. Compilate i campi della password e dell’ e-mail e siete dentro. (Ah, mi hanno detto che quando inizi a capire come funziona non riesci più a smettere. Devo ancora capire bene a cosa si riferiscono)

Posso personalizzare la mia  immagine e lo sfondo della pagina personale. Dopo aver fatto questo mi ritrovo davanti a una schermata praticamente vuota (si riempirà con i miei update – aggiornamenti- e dei miei contatti). Twitter è un modo per mettersi in contatto con altre persone che condividono i tuoi interessi o che potrebbero essere interessate alle cose che scrivi.

Le persone che seguirò saranno, inizialmente persone che conosco; ma anche qui ho la possibilità di recuperare i contatti con la ricerca manuale, da altri network via e-mail, inserendo la mail manulamente delle persone che voglio invitare e attraverso gli utenti suggeriti dal sito stesso.

twitterfollow1

Aggiungo il mio sito web, in questo modo creo traffico e costruisco, pian piano, un potenziale gruppo di lettori.Posso aggiungere il mio blog, il MySpace o altre pagine personali.

Questi sono esempi di update delle le pagine dei miei amici.

twitterwilliam

twitteredo

twitterchiara

twitterale

Ci si sente prossimamente su Twitter!

Spero vi iscriviate presto in molti.

p.s. c’è un post che potrebbe interessarvi, se vi va di leggerlo: è sulla dipendenza che crea Twitter, in chiave ironica 🙂

dal blog di william_perry, eccolo qui.

MIRIAM

FRIENDFEED – connect your feeds

•marzo 11, 2009 • Lascia un commento

Ed è sempre gironzolando in rete che scopro una cosa nuova: FriendFeed.com. Qualcuno me ne aveva parlato, me ne ha spiegato le funzionalità, ma se non sperimento non capisco, fuonziono così.

FriendFeed (FF)è un aggregatore che consente di aggiungere e commentre le attività on-line, proprie e dei propri contatti.

Qeusti aggiornamenti sono chiamati feed: sono usati per fornire determinati contenuti aggiornati frequentemente in modo che un utente potrà vederli comodamente, con l’aiuto di un lettore apposito -es. FriendFeed- nella stessa pagina, nella stessa finestra, senza dover andare ogni volta nel sito principale.

CREATE AN ACCOUNT!

Inserisco il mio indirizzo e-mail, il mio nome, nickname (che sarà l’indirizzo della mia pagina personale) e password. Account creato!

Come secondo step posso recuperare i contatti dei miei amici attraverso FaceBook, Gmail, Yahoo Mail, MSN Hotmail e AOL. E’ comodo perchè trovo subito tutti i miei contatti che hanno un account su FriendFeed. Facile facile.

Ma come funziona? Vado sulle impostazioni del mio account e vedo che posso aggiungere dei servizi, dai quale arriveranno i miei feed . Sono divisi per tipologie:

-Blogging (Blog)

-Bookmarking (Del.icio.us – StumbleUpon)

-News (Digg – Google Reader)

-Music (Last.fm – Pandora)

-Video (YouTube)

-Photos (Flickr – Picasa Web Album)

-Status (FaceBook – Gmail/GoogleTalk – Twitter)

-Miscellaneous (Custom RSS/Atom – Amazon.com – Linkedin – Netflix – Yelp)

[alcuni di essi li sperimenterò e ne parlerò nei prossimi post]

Già 18 mi sembrano tantissimi, ma sotto c’è scritto “see all 59 services”! Gli do una letta e alla fine aggiungo gli indirizzi degli account che possiedo.

ff_03

Attraverso FriendFeed posso vedere l’attività dei miei contatti nel web, posso condividere immagini, video, link. Si possono creare anche delle Rooms nelle quali si può discutere dei propri interessi e trattare argomenti specifici. Le Rooms posso essere anche private.

Per postare contenuti posso farlo anche direttamente dalla mia home di FF: subito sotto l’elenco dei servizi ci sono le tipologie di pubblicazione (messaggio, link e photos).

ff_04

Scopro che gli utenti possono lasciare commenti e like (apprezzamenti) per ogni contenuto postato.

ff_014

La sua comodità sta nel fatto che appena un mio contatto aggiunge un nuovo contenuto (dal suo blog, Flickr, Twitter ecc) lo vedo subito nella pagina You+Friends.

ff_02

E via con i Feed.

MIRIAM

BLOGGER to be.

•marzo 6, 2009 • Lascia un commento

Lo so, va a finire sempre così..la gente mi parla di cose che non ho mai sentito prima, faccio finta di ascoltarle, così, per fargli piacere. Mi faccio scrivere un post-it, per ricordarmi di sperimentare l’oggetto della discussione.

Stamattina mi cade l’occhio su quel bel foglietto giallino attaccato in mezzo allo schermo. Lo ignoro. Ma poi mi sento in colpa. Lo stacco e lo leggo, dice: “non è ora che apri un blog?” –accapo- “wordpress.com / blogger.com”. Mi rendo conto che alla fine non hanno tutti i torti, accendo il pc e inizio a navigare, faccio un giro tra i vari blog e mi accorgo che effettivamente si leggono cose interessanti:

GBA-mediamondo

william_perry

Daniele e Emile

Arianna

4EveR YounG

LucaSartoni

LucaRossi

FabioGiglietto

(me li appunto tutti perché poi li aggiungerò al mio Blogroll)

Va là, di cose da dire ne ho tante, di interessi pure..perchè non c’ho pensato prima?

SIGN UP NOW!

Le piattaforme che mi hanno consigliato sono WordPress.com e Blogger.com. Mi faccio un po’ di cultura e scopro che entrambe appartengono alla categoria shared hosted, ovvero quelle piattaforme gratuite che offrono un servizio di blogging; ad esse si affiancano quelle self hosted, che si installano sul proprio sito.

Il blog è una pagina personale, una sorta di diario on-line, in cui l’autore –o gli autori- inseriscono le loro opinioni personali, insieme ad altro materiale quale foto e video.

Scelgo di cominciare da WordPress.com: “Express Yourself. Start a Blog

Vediamo come si diventa un blogger, piano piano eh..

Clickko e comincio la registrazione.

Il primo campo da completare richiede di digitare l’username (nome utente), ovvero quel nome attraverso il quale verrò riconosciuto all’interno –e dal- sito stesso. Insieme alla password, secondo campo, rappresenta l’account. Questa pratica –la creazione di un username e una password- è chiamata login, è una procedura di riconoscimento.

Successivamente mi viene richiesto l’indirizzo e-mail, attraverso il quale riceverò le notifiche dal sito. Con l’ultimo campo, chiamato legal flotsam, accetto i termini del servizio; mi leggo il suo funzionamento, delle possibilità che offre, delle note legali e di tutte le altre informazioni utili ai fini del suo regolare utilizzo.

Blogger.com ha lo stesso funzionamente di WordPress.com.

La parte più noiosa l’ho fatta, e la più bella inizia adesso!

Decido il nome del blog: dai qualcosa che mi piaccia, ma che rispecchi anche la forma che gli darò piano piano.

Scelgo un bel tema: nero, colorato, personalizzato..come voglio io. (scopro che la piattaforma offre dei servizi aggiuntivi oltre alla pubblicazione di contenuti, quali gli aggiornamenti di Social Network come Flickr, Twitter, del.icio.us (che tratteremo nei prossimi post), ecc e la creazione di un Blogroll in cui aggiungo i link dei blog che mi piacciono di più e che compariranno nella barra laterale della mia pagina.

Seguo l’istinto e inizio a scrivere il primo post, una pseudo presentazione; schiacciando bottoni qua e la vedo che posso aggiungere foto e video, quindi personalizzo il tutto.

Pubblico il post.

Lo lascio un po’ in pace, mi preparo un bel the per rilassarmi e quando riapro il mio diario e vado sulla bacheca trovo dei commenti! Li leggo e rispondo, vedo le statistiche (ovvero le visite giornaliere che ricevo, assieme ai post letti e ai referenti).

Comincia a piacermi questa storia, sai che c’è qualcuno che legge quello che scrivi e che si interessa.

Ci vediamo al prossimo post, in tutti i sensi.

p.s. Mi aiuteranno lungo il mio percorso questi loschi figuri:

Miriam Pittioni (william_perry on twitter e un pò dappertutto)

miriam-blog_01

Edoardo Serretti (odeedo on twitter)

imgp0741

Chiara Minguzzi (littlekiara on twitter)

chiara-bog_01

Alessandro Capriotti (aledelaverga on twitter)

ale-blog_01

MIRIAM